L'astronauta L'insegnante L'ingegnere elettronico Lo psicologo - 1 Lo psicologo - 2 Il tecnico ambientale Lo chef Il meccanico L'interprete Il medico
Da grande farò...
IC Muro Leccese - Scuola Secondaria Palmariggi
Classe 3A -a s. 2013-2014
Da grande farò... l'ASTRONAUTA
Da grande farò il medico

Io da grande vorrei fare il medico per aiutare le persone in difficoltà.
Nel mondo di oggi sono presenti moltissime tecnologie innovative nel campo della
medicina.
Nel futuro io immagino un braccio robotizzato che sia in grado di operare i pazienti che
devono subire delicate operazioni in organi difficili da raggiungere con le normali
attrezzature, oppure per operare a distanza.
In pratica queste macchine, oltre al vantaggio di essere più precise e di fornire tramite
telecamere dettagli ingranditi degli organi, permettono al chirurgo di operare anche
senza aiuto.
Inoltre ciò permette ai grandi luminari della medicina di operare senza essere fisicamente
presenti, oppure per operare in posti della Terra non facilmente accessibili o impervi.
Il chirurgo grazie a queste tecnologie avanzate è come se stesse in sala operatoria, come se
davvero toccasse gli organi e li vedesse in 3 dimensioni.
Il primo intervento in Italia è stato effettuato da alcuni metri di distanza. Allora i medici
si sono chiesti: “Se possiamo operare da due metri, perché non potremmo farlo da
duemila?”
La tecnologia non è ancora perfetta ed è molto costosa ma se si realizzerà in ampia scala
potrà avere molte applicazioni: si pensa ai sommergibili e alle navi, e persino alle basi
spaziali, ma anche operare da una parte all’altra della terra. È una tecnica entrata in uso
recentemente, sia pure in centri selezionati, e rappresenta un ulteriore passo nell'ambito
della chirurgia mini-invasiva.
Gabriele De Pascalis

Link al video in formato wmv
Home - Il progetto