L'astronauta L'insegnante L'ingegnere elettronico Lo psicologo - 1 Lo psicologo - 2 Il tecnico ambientale Lo chef Il meccanico L'interprete Il medico
Da grande farò...
IC Muro Leccese - Scuola Secondaria Palmariggi
Classe 3A -a s. 2013-2014
Da grande farò... l'ASTRONAUTA
Da grande farò lo psicologo

Cos’è realmente la tecnologia? A cosa serve veramente? Ma soprattutto… a cosa potrà
servire un giorno per il nostro futuro?
Beh, la tecnologia è un “sistema di vita” più facile.
Oramai, c’è internet, dove ci si trovano programmi e giochi a tutto spiano, a partire da
quelli per bambini fino ad arrivare a programmi per scattare foto e modificarle, per
messaggiare e tant’altro. Insomma, un sistema totalmente diverso da quello che avevano
tanti anni fa i nostri nonni e genitori.
Anche per la scuola è diventato qualcosa di più, perché si usa il registro online e non
quello cartaceo, e si fanno tanti concorsi didattici online.
Dopo la terza media bisogna affrontare una decisione davvero importante: la scelta della
scuola superiore. All’inizio delle attività di orientamento ero, come del resto anche tutti i
miei compagni, indecisa su che scuola prendere. Poi, dopo due mesi circa, ho ragionato e
ho preso finalmente la mia decisione : Il “ Liceo delle Scienze Umane” .
Sicuramente l’informatica è la “materia” su cui è basato in qualche modo il nostro futuro,
soprattutto nel nostro lavoro.
Io, ad esempio vorrei diventare psicologa.
Di sicuro il web è un primo modo per farsi conoscere e per essere contattata da chi ne ha
bisogno.
In psicologia ultimamente si stanno sviluppando anche alcune forme di consulenza
psicologica a distanza, in cui l’interazione medico-paziente avviene attraverso internet.
Non si tratta propriamente di terapie psicologiche, che necessitano di un rapporto più
stretto fra medico e paziente, ma una forma di aiuto a distanza, per far prendere
coscienza del proprio disagio o fornire indicazioni per indirizzare il proprio
comportamento.
In genere sono i pazienti con lievi disturbi psicologici che chiedono questa forma di
consulenza, e lo fanno soprattutto per evitare l’imbarazzo del faccia a faccia, o perché
hanno un handicap fisico, o per una maggiore flessibilità di orario.
In ogni caso la richiesta da parte delle persone di questa forma di aiuto è molto
aumentata tanto che è stato necessario fissare delle regole di comportamento da parte
delle associazioni di psicologi.
Quindi io vorrei essere preparata ad affrontare questo tipo di situazioni e mi piacerebbe
che negli studi futuri la scuola ci aiutasse ad analizzare le varie forme di comunicazione
online e quali benefici si possono ottenere.
Sara Vanzanelli

Link al video in formato wmv
Home - Il progetto